Senza categoria

La gratitudine è consolazione per gli umili e terapia per gli invidiosi – SAN FRANCESCO D`ASSISI

4 Ottobre 2019


La gratitudine è consolazione per gli umili e terapia per gli invidiosi – SAN FRANCESCO D`ASSISI Gal 6,14-18   Sal 15   + Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 11,25-30) Hai nascosto queste cose ai sapienti e ai dotti e le hai rivelate ai piccoli. In quel tempo Gesù disse: «Ti rendo lode, Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e ai dotti e le hai rivelate ai piccoli. Sì, o Padre, perché così hai deciso nella tua benevolenza. Tutto è stato dato a me dal Padre mio; nessuno conosce il Figlio se non il Padre, e nessuno...

Continua

Raccolti nell’abbraccio del Padre

5 Giugno 2019


Raccolti nell’abbraccio del Padre – San Bonifacio At 20,28-38  Sal 67     + Dal Vangelo secondo Giovanni(Gv 17,11-19) Siano una cosa sola, come noi.   In quel tempo, [Gesù, alzàti gli occhi al cielo, pregò dicendo:] «Padre santo, custodiscili nel tuo nome, quello che mi hai dato, perché siano una sola cosa, come noi. Quand’ero con loro, io li custodivo nel tuo nome, quello che mi hai dato, e li ho conservati, e nessuno di loro è andato perduto, tranne il figlio della perdizione, perché si compisse la Scrittura. Ma ora io vengo a te e dico questo mentre sono nel...

Continua

La gioia è Vangelo

31 Maggio 2019,


La gioia è Vangelo – VISITAZIONE DELLA BEATA VERGINE MARIA Sof 3,14-18  Is 12   + Dal Vangelo secondo Luca(Lc 1,39-56) Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente: ha innalzato gli umili.   In quei giorni, Maria si alzò e andò in fretta verso la regione montuosa, in una città di Giuda. Entrata nella casa di Zaccarìa, salutò Elisabetta. Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino sussultò nel suo grembo. Elisabetta fu colmata di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: «Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo! A che cosa devo che la...

Continua

La Croce rende credibile e fecondo l’amore

20 Marzo 2019


La Croce rende credibile e fecondo l’amore – Mercoledì della II settimana di Quaresima Ger 18,18-20   Sal 30   + Dal Vangelo secondo Matteo(Mt 20,17-28) Lo condanneranno a morte.   In quel tempo, mentre saliva a Gerusalemme, Gesù prese in disparte i dodici discepoli e lungo il cammino disse loro: «Ecco, noi saliamo a Gerusalemme e il Figlio dell’uomo sarà consegnato ai capi dei sacerdoti e agli scribi; lo condanneranno a morte e lo consegneranno ai pagani perché venga deriso e flagellato e crocifisso, e il terzo giorno risorgerà». Allora gli si avvicinò la madre dei figli di Zebedèo con i...

Continua

Nella preghiera si trova consolazione e conforto

17 Marzo 2019,


Nella preghiera si trova consolazione e conforto – II DOMENICA DI QUARESIMA (ANNO C) Gen 15,5-12.17-18  Sal 26   Fil 3,17- 4,1 + Dal Vangelo secondo Luca (Lc 9,28-36) Mentre Gesù pregava, il suo volto cambiò d’aspetto.   In quel tempo, Gesù prese con sé Pietro, Giovanni e Giacomo e salì sul monte a pregare. Mentre pregava, il suo volto cambiò d’aspetto e la sua veste divenne candida e sfolgorante. Ed ecco, due uomini conversavano con lui: erano Mosè ed Elìa, apparsi nella gloria, e parlavano del suo esodo, che stava per compiersi a Gerusalemme. Pietro e i suoi compagni erano oppressi...

Continua

Gesù si fa conoscere e amare attraverso gli anonimi missionari del Vangelo – Martedì IV settimana di Pasqua

24 Aprile 2018,


Dagli Atti degli Apostoli (At 11,19-26)   In quei giorni, quelli che si erano dispersi a causa della persecuzione scoppiata a motivo di Stefano erano arrivati fino alla Fenicia, a Cipro e ad Antiòchia e non proclamavano la Parola a nessuno fuorché ai Giudei. Ma alcuni di loro, gente di Cipro e di Cirène, giunti ad Antiòchia, cominciarono a parlare anche ai Greci, annunciando che Gesù è il Signore. E la mano del Signore era con loro e così un grande numero credette e si convertì al Signore. Questa notizia giunse agli orecchi della Chiesa di Gerusalemme, e mandarono Bàrnaba...

Continua

La condivisione dei beni combatte la povertà, la comunione nel bene arricchisce la comunità – Martedì II settimana di Pasqua

10 Aprile 2018


Dagli Atti degli Apostoli (4, 32-37)   La moltitudine di coloro che erano diventati credenti aveva un cuore solo e un’anima sola e nessuno considerava sua proprietà quello che gli apparteneva, ma fra loro tutto era comune. Con grande forza gli apostoli davano testimonianza della risurrezione del Signore Gesù e tutti godevano di grande favore. Nessuno infatti tra loro era bisognoso, perché quanti possedevano campi o case li vendevano, portavano il ricavato di ciò che era stato venduto e lo deponevano ai piedi degli apostoli; poi veniva distribuito a ciascuno secondo il suo bisogno. Così Giuseppe, soprannominato dagli apostoli Bàrnaba,...

Continua

Liberi servitori del Padre piuttosto che presuntuosi esecutori di norme – Mercoledì V settimana di Quaresima

21 Marzo 2018


+ Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 8,31-42)   In quel tempo, Gesù disse a quei Giudei che gli avevano creduto: «Se rimanete nella mia parola, siete davvero miei discepoli; conoscerete la verità e la verità vi farà liberi». Gli risposero: «Noi siamo discendenti di Abramo e non siamo mai stati schiavi di nessuno. Come puoi dire: “Diventerete liberi”?». Gesù rispose loro: «In verità, in verità io vi dico: chiunque commette il peccato è schiavo del peccato. Ora, lo schiavo non resta per sempre nella casa; il figlio vi resta per sempre. Se dunque il Figlio vi farà liberi, sarete liberi...

Continua

Attratti dall’amore del Crocifisso varchiamo la soglia della speranza – Martedì V settimana di Quaresima

20 Marzo 2018


+ Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 8,21-30)   In quel tempo, Gesù disse ai farisei: «Io vado e voi mi cercherete, ma morirete nel vostro peccato. Dove vado io, voi non potete venire». Dicevano allora i Giudei: «Vuole forse uccidersi, dal momento che dice: “Dove vado io, voi non potete venire”?». E diceva loro: «Voi siete di quaggiù, io sono di lassù; voi siete di questo mondo, io non sono di questo mondo. Vi ho detto che morirete nei vostri peccati; se infatti non credete che Io Sono, morirete nei vostri peccati». Gli dissero allora: «Tu, chi sei?». Gesù disse...

Continua

Credere non consiste nel conoscere la biografia di Gesù ma vivere come Gesù da figlio di Dio – Venerdì IV settimana di Quaresima

16 Marzo 2018


+ Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 7,1-2.10.25-30)   In quel tempo, Gesù se ne andava per la Galilea; infatti non voleva più percorrere la Giudea, perché i Giudei cercavano di ucciderlo. Si avvicinava intanto la festa dei Giudei, quella delle Capanne. Quando i suoi fratelli salirono per la festa, vi salì anche lui: non apertamente, ma quasi di nascosto. Alcuni abitanti di Gerusalemme dicevano: «Non è costui quello che cercano di uccidere? Ecco, egli parla liberamente, eppure non gli dicono nulla. I capi hanno forse riconosciuto davvero che egli è il Cristo? Ma costui sappiamo di dov’è; il Cristo invece,...

Continua